The Invisibles Eternals | Andrea Kantos | Analogique

Il progetto è suddiviso in quattro sezioni. Un’installazione tessile che marca uno spazio performativo, contenente una maschera, un doppelganger composto di materiali eterogenei, un testo, una bevanda e una pianta; tali oggetti sono definiti testimoni. La seconda parte del progetto è un video di un diorama nel parco delle Calanques. La terza parte del progetto è la pubblicazione di un testo e l’ultima parte è un’opera per istruzioni che comprende sia i testimoni che i testi contenuti nell’installazione. The Invisibles Eternals comprende sia una riflessione sull’impossibilità del divenire e l’essenza di ciò che è eterno e allo stesso tempo attraverso una serie di suggestioni neo-folk racconta storie e miti che dimostrano che gli esseri più che suddivisi in specie, genere e razze, siano più simili a delle configurazioni totemiche, dove gli esseri viventi e gli ambienti si compenetrano l’un con l’altro.