Hortus Conclusus | Stefan Bressel

Hortus conclusus è una serie di sette oggetti a specchio e un disegno stampato su dibond. Ogni sagoma prende forma da alcuni dettagli mimetici in uso presso varie forze armate: l’Eichlaub e lo Splitter della Germania nazista, il Telo Mimetico dell’Italia fascista, l’ERDL americano, il DPM inglese, il Tigerstripe vietnamita e il Flecktarn della Germania attuale. ll carattere del camouflage, nella sua natura ambigua tra identità e mimesi, crea attraverso lo specchio uno spazio in cui la stessa identità dello spettatore viene ribaltata in una condizione di frammentazione della propria immagine, come se fra luogo e persona, natura e materiali differenti, forme e colori, vi fosse un’unica e non dichiarata condizione di esistenza che può essere in qualche modo sintetizzata in uno sguardo metafisico. Lo sguardo (iper soggetto) come ente capace di attraversare, manifestare, definire ma anche superare le forme e l’apparire del mondo.